Dossier Data Lifecycle Management

Arginare la marea di informazioni

La ricerca produce immense quantità di dati. Diverse istituzioni hanno elaborato un piano per sormontare questa difficoltà.

Il volume dei dati cresce in tutto il mondo a una velocità supersonica. Secondo uno studio, entro il 2020 raggiungerà 35 zettabyte (= 1'000'000'000'000 di gigabyte), quindi 44 volte il volume dell'anno 2009. Dobbiamo ammettere che non tutti i dati sono importanti e meritano di essere conservati. Anche i dati della ricerca devono essere gestiti in modo attivo, cioè selezionati, protetti e resi accessibili. Questo processo è chiamato Data Lifecycle Management. A questo scopo è importante seguire un procedimento coordinato e congiunto. E chi lo conosce meglio degli istituti di ricerca e delle biblioteche, che già oggi devono gestire grandi volumi di dati?