News

SWITCH vince il concorso «.ch»

Successo per SWITCH: l’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) ha scelto la fondazione come gestore di registri del dominio .ch nell’ambito di un concorso pubblico. In base all’informazione dell’UFCOM, il suo dossier si è distinto grazie all'ottimo concetto sulla lotta contro la criminalità informatica e al buon rapporto tra qualità e prezzo. SWITCH rimane così il registry anche dopo 2017 e continuerà a svolgere questo incarico in modo competente per altri 5 anni.

Pubblicato il 01.09.2016

Adesso è sicuro: almeno fino al 2021 SWITCH continuerà ad essere responsabile per la gestione e la sicurezza degli indirizzi Internet svizzeri che terminano con .ch. La fondazione con sede a Zurigo garantisce inoltre che il nome del dominio .ch sia raggiungibile in qualsiasi momento.

Presentata la migliore offerta

All’inizio del 2016 l’UFCOM ha avviato una gara pubblica per l’attribuzione della gestione del registro del dominio .ch. La fondazione nutre un interesse vitale nei confronti di questo incarico, visto che aveva portato Internet in Svizzera quasi 30 anni fa e che da allora ha ampliato e gestito con successo il registro dei nomi di dominio .ch. Ora SWITCH ha convinto l’UFCOM con la migliore offerta e si è affermato nei confronti della concorrenza internazionale. Nel concorso sono stati valutati criteri come prezzo, lotta contro la cibercriminalità, esperienza, community, indipendenza economica e DNSSEC. Il direttore di SWITCH, Andreas Dudler, è estremamente soddisfatto: «Siamo molto fieri che l’UFCOM abbia deciso a nostro favore. Continueremo a fare ogni sforzo affinché i domini .ch continuino ad essere tra i più sicuri del mondo. A questo scopo collaboriamo strettamente anche al di là delle nostre frontiere con le autorità e i partner dell’economia Internet.»

Garanzia di sicurezza

Il Consiglio federale ha dichiarato che .ch è un’infrastruttura critica. Come tale necessita di una tutela particolare poiché un suo guasto causerebbe la sospensione di gran parte della vita pubblica. Da sempre SWITCH ha assicurato una gestione sicura e stabile di tale infrastruttura. Questa fondazione è stata un pioniere nella lotta contro la cibercriminalità ed è stata il primo registry a procedere attivamente contro la diffusione dello shadow sofware e contro il furto di dati di accesso personali ai servizi online.

Come partner delle università svizzere SWITCH fornisce stabilità e una vasta disponibilità dei servizi ICT. Le conoscenze tecniche del registry rappresentano un notevole plusvalore anche per il futuro.

Il nuovo contratto con l’UFCOM prevede una durata di 5 anni e, con il consenso di ambedue le parti, la possibilità di una proroga per altri 5 anni.

Ulteriori informazioni