News

.ch in ottime condizioni e dati sono una moneta

Il Domain pulse di quest’anno ha riunito esperti di Internet e opinionisti per una discussione focalizzata sui temi della sorveglianza, sicurezza e governance di Internet. Grazie alla sicurezza del dominio .ch e una legge contro il malware, la Svizzera assume un ruolo esemplare.

Pubblicato il 03.02.2016

Il 1° e il 2 febbraio, oltre 2000 esperti di Internet e opinionisti si sono riuniti a Losanna per la conferenza Domain pulse. "I dati sono il nuovo petrolio. Visto che siamo la fonte del nuovo petrolio, perché non siamo sceicchi?" si è chiesto il giornalista Hannes Grassegger nel suo discorso di apertura. Secondo lui, gli essere umani si trasformano sempre più in servi della gleba digitali, che accettando le condizioni generali cedono i loro diritti della personalità. Per questo il giornalista richiede un rovesciamento dei rapporti di forza: "Dobbiamo criptare i nostri dati personali e trasmetterli solo a chi li usa alle nostre stesse condizioni."

Massimo rischio: navigare nel web

Per l’esperto di sicurezza Mikko Hyppönen navigare in Internet è il maggiore rischio per la sicurezza in Internet. Hyppönen loda la Svizzera per la sua lotta contro il malware: "La Svizzera è un paese dotato di una legge per togliere dalla rete i siti web che diffondono malware." Questa misura è molto efficace. Hyppönen paragona i dati a una moneta: "Non esistono motori di ricerca o cloud gratuiti. Noi paghiamo questi servizi con i nostri dati."

Sorveglianza dei dati: il conflitto tra sicurezza e libertà

Nel panel dedicato alla sorveglianza in Internet i partecipanti si sono espressi sul conflitto tra libertà e sicurezza. Alcuni estratti dalla discussione: Thomas Hansjakob, primo procuratore del Cantone di San Gallo vuole integrare nel controllo le nuove forme di comunicazione come Skype e WhatsApp, mentre Walter Hediger dell’associazione asut auspica una legge che disciplini esattamente i doveri di ogni parte. Balthasar Glättli, Consigliere nazionale, I Verdi - Partito ecologista svizzero, è contrario a un’archiviazione di dati di scorta e desidera una separazione tra perseguimento penale e intelligence.

Dominio .ch in ottime condizioni

" I domini .ch e .li sono i più sicuri d’Europa" sostiene Serge Droz, esperto di sicurezza di SWITCH. L’abuso del dominio con malware è diminuito drasticamente, mentre la diffusione dei casi di phishing si è arrestato a differenza di ciò che avviene in altri domini. La chiave di questo successo risiede in un processo unico al mondo utilizzato in Svizzera per combattere il malware e phishing e nella collaborazione dell’UFCOM con SWITCH, i registrar, gli host e i detentori di domini. "I domini con estensione .ch e .li sono così sicuri perché noi tutti uniamo le nostre forze" afferma Serge Droz.

.swiss come valore aggiunto

L’estensione .swiss è un valore aggiunto per le organizzazioni – un marchio di qualità e provenienza. Per Philipp Metzger e Stéphane Bondallaz dell'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) è chiaro: Dove c’è Svizzera, c’è .swiss. Questo nome a dominio viene concesso solo se la società richiedente, iscritta nel registro di commercio, ha un sufficiente nesso con la Svizzera.

Macrocosmi per la governance di Internet: insieme contro la frammentazione del web

In una tavola rotonda i rappresentanti della comunità Internet hanno lodato la collaborazione tra i governi, il settore privato e la società civile. Questa cooperazione si è rivelata il modello più stabile per la governance di Internet. Gli interessi e le legislazioni nazionali possono tuttavia provocare una frammentazione di Internet. La comunità di Internet concorda nel dire che questo fenomeno va evitato.

Maggiori informazioni

Su Domain pulse

Domain pulse è il maggiore convegno sui temi riguardanti i nomi a dominio nell’area tedescofona e l’appuntamento annuale degli esperti di domini. Domain pulse è una manifestazione congiunta degli uffici di registrazione di Germania (Denic), Austria (nic.at) e Svizzera (SWITCH) e attira esperti di Internet provenienti dai suddetti paesi e dall’estero. Essa offre l’occasione di informarsi sui temi sociali, politici ed economici legati al mondo dei nomi a dominio. SWITCH, quale registry di .ch, ha ospitato l’edizione Domain pulse 2016 a Losanna.