News

Aumento di phishing sui siti web svizzeri

Sicurezza in rete nel 2014: calo del 33 percento dei casi di malware e aumento delle attività di phishing sui siti web svizzeri. Nel 2014 SWITCH ha scoperto malware in circa 1 800 siti web. Questa cifra rappresenta un calo di circa un terzo rispetto al 2013. Dal quarto trimestre SWITCH include anche i casi di phishing nel suo processo automatico contro l’uso abusivo dei siti web svizzeri. Nel 2014 SWITCH ha individuato complessivamente oltre 300 casi di phishing sui siti svizzeri.

Pubblicato il 31.03.2015

Più frodi, ma meno codici nocivi sui siti web svizzeri: 1 839 erano i casi di malware scoperti da SWITCH l’anno scorso. Il loro numero è diminuito di circa un terzo rispetto ai 2 718 del 2013. In 1 493 casi i detentori dei domini hanno eliminato il codice dannoso subito dopo il primo avviso di SWITCH. In aumento è invece l’attività di phishing. Serge Droz, responsabile del CERT, il reparto di sicurezza di SWITCH, dichiara: "Osserviamo un forte incremento delle segnalazioni di phishing rispetto al 2013. Per questo motivo, dal 1° ottobre 2014 SWITCH informa automaticamente per e-mail i detentori di siti infetti anche nei casi di phishing". Il numero dei casi di phishing è quasi quintuplicato dal primo al quarto trimestre 2014. Il processo di rimozione è simile a quello del malware: SWITCH verifica la presenza di phishing su un sito e avverte il detentore. Nel 2014 SWITCH ha scoperto 323 casi di phishing, di cui 298 sono stati eliminati dopo il primo avviso.