Come rendere più sicuro il vostro sito web

Con le infezioni drive-by e i nuovi metodi di phishing tramite i siti web, la criminalità su Internet ha raggiunto un nuovo livello, particolarmente raffinato e professionale. Per contrastarla ci vogliono prudenza e prevenzione.

Consiglio 1: ricorrete a un aiuto professionale per il vostro sito

Per lo sviluppo e l’esercizio del vostro sito web puntate su un partner affidabile e credibile. Scegliete con cautela il vostro registrar e hoster. Quando fate allestire il vostro sito web, discutete del tema sicurezza con il vostro webmaster o la vostra web agency.

Scegliete un partner che corrisponde alle vostre aspettative. Reperibilità, lingua o servizio immediato sono importanti criteri. Diversi operatori offrono registrazione e hosting sotto lo stesso tetto, per cui in caso di bisogno avete un unico interlocutore.

Consiglio 2: lavorate sempre con il CMS più recente

Molti siti web usano un Content Management System (CMS). Questi sistemi sono però molto amati anche dai cybercriminali che li usano per introdursi nei siti altrui. Più vecchia è la versione, più facile l’accesso per gli hacker. Aggiornate regolarmente il CMS del vostro sito. Chiedete al vostro hoster se offre update automatici o incaricate il webmaster di tenere aggiornato il vostro sistema.

Consiglio 3: scegliere una password sicura

Più sicura è una password, più difficoltà avranno gli hacker. Questo video (in tedesco) vi mostra come scegliere password sicure.

Consiglio 4: proteggete computer e dispositivi mobili

Mantenete sempre aggiornati tutti i programmi. Usate software di aggiornamento come p.es. Heimdal. Per maggiori informazioni sulla sicurezza dei dispositivi consultate ebas e SISA.

Consiglio 5: aggiornate i dati di contatto

In caso di attacco, il detentore del dominio e/o l’amministratore di un sito web devono essere raggiungibili rapidamente. Fate in modo che i dati di contatto depositati presso il vostro registrar o hoster siano sempre aggiornati. Se riuscirà a contattarvi rapidamente, anche il danno risulterà inferiore: per voi e per i visitatori del vostro sito.