Questa storia appartiene alla categoria Servizi e al dossier Procurement

Vantaggioso contratto con Adobe per le università

SWITCH è riuscita a negoziare un contratto con Adobe a favore delle università, che ricevono così uno sconto di circa il 25 % .

Testo: Immo Noack, pubblicato il 27.04.2016

Nell'aprile 2016 SWITCH ha potuto firmare il nuovo contratto con Adobe per le università svizzere. Il contratto disciplina le licenze per i campus, basandosi sul numero di FTE (Full Time Equivalent) per i prodotti «Acrobat DC Professional» e «CC Design Standard». Il contratto è valido per due anni e segue senza interruzione quello precedente del 2013. In questo modo le università possono continuare a impiegare i prodotti più utilizzati, a condizioni leggermente modificate.

Tutto ciò non è così scontato come può sembrare a prima vista: inizialmente Adobe voleva inserire nel contratto per i campus solo Acrobat DC Professional. Grazie alla collaborazione con i colleghi della Germania e dell'Austria SWITCHprocure è riuscita a ottenere la possibilità, almeno nei prossimi due anni, di una licenza valida in tutto il campus anche per Adobe CC Design Standard. Senza il successo negoziale di SWITCHprocure, le università avrebbero dovuto rinunciare interamente ai prodotti Adobe oppure avrebbero dovuto prendere in licenza i singoli programmi nel numero richiesto. La prima ipotesi avrebbe significato un profondo cambiamento, che sarebbe stato comunque molto oneroso, la seconda avrebbe comportato un notevole incremento dei prezzi.

In base alle esperienze finora raccolte prevediamo che circa 60 istituzioni aderiranno al contratto, beneficiando di uno sconto di circa il 25% rispetto a un contratto individuale.

Sull’autore
Immo   Noack

Immo Noack

Immo Noack dirige il team Procurement di SWITCH dal novembre 2012. In precedenza ha lavorato tra l'altro per il Politecnico di Zurigo e per il progetto Neptun. Di formazione è ingegnere elettronico.

E-mail
Altri contributi