Questa storia appartiene alla categoria Miscellanea 

Amore al primo scatto

Gli SWITCHies Antonia Lutz e Frank Zehnder si dedicano nel tempo libero alla macrofotografia. Una chiacchierata.

Testo: Anja Eigenmann, pubblicato il 15.10.2015

Antonia: Tre anni fa mi sono resa conto che la batteria della mia macchina fotografica non funzionava più bene. Ho così deciso di sostituire la mia fotocamera compatta con una reflex digitale di Canon. Esitavo però sugli obiettivi da scegliere. Un collega mi ha prestato il suo obiettivo macro da 100-mm. Dopo aver scattato qualche foto di fiori mi sono detta che era proprio quello che cercavo. È stato amore al primo scatto. Frank: È andata anche per me un po' così. Io però ho cominciato con la macrofotografia già sette anni fa, dopo aver accumulato esperienza fotografica per molti anni. Avevo un'attrezzatura Canon, ma per delle vacanze in Toscana ho noleggiato una Nikon D3 con grandangolo perché volevo provare il grande formato. Lo zio della mia ragazza mi ha prestato il suo obiettivo macro. Ho fotografato lucertole, fiori e formazioni rocciose. L'anno seguente è arrivata sul mercato una Nikon reflex grande formato a un prezzo accessibile. Ne ho approfittato subito. Antonia: Perché hai comprato un'attrezzatura macro? Frank: Per pura curiosità, volevo provare a vedere cosa si riesce a fare. E tu?

Antonia: La cosa più affascinante è che sulle foto si vedono dettagli invisibili a occhio nudo. Già prima avevo la tendenza a fotografare da vicino. Hai dei soggetti preferiti? Frank: No, dipende dalla situazione. Ma mi piace fare foto al Papiliorama di Kerzers e nel padiglione Masoala dello zoo di Zurigo. È veramente geniale! È bello mostrare ciò che non si vede a occhio nudo. Antonia: Certe volte ci sono delle sorprese, soprattutto nelle piante. Frank: Sì, è proprio così. Una volta, durante una crociera a Spitzbergen siamo scesi a terra. Avevo con me solo un obiettivo macro e ho fotografato delle piante. Quando ho riguardato le foto a casa, mi sono reso conto di aver fotografato una pianta con sopra una mosca che prima non avevo visto. In generale mi piacciono anche le strutture delle formazioni rocciose. Quando mostro le immagini ai miei amici, spesso non riescono a indovinare di che cosa si tratta. E tu, hai dei soggetti preferiti? Antonia: Sì, mi sono specializzata sulle farfalle. Ma non è sempre stato così. Prima uscivo, e prendevo quel che capitava. Visto che sono un’appassionata di farfalle, dopo circa un anno mi sono specializzata su questi animali. Hai fatto una formazione di fotografia?

Frank: A 20 anni ho fatto un corso di fotografia sportiva. Da allora continuo come autodidatta. Questo significa che ho iniziato a fotografare già all'epoca della fotografia analogica. Con la mia attrezzatura analogica ho scattato migliaia di foto e almeno 2 500 diapositive. Mi portavo dietro dei fogli da 36 righe sui quali annotavo diligentemente tutte le regolazioni. Con l'avvento del digitale, ho quasi dovuto re-imparare a fotografare. E tu, come fai per perfezionarti nella fotografia? Antonia: Imparo soprattutto attraverso internet. Guardo video su Youtube e Lynda, e ho comprato degli e-book su questa materia. L'anno scorso ho frequentato un corso di due giorni sulla fotografia delle farfalle. Cosa significa per te la macrofotografia? Frank: La fotografia fa parte della mia vita. Quando andavo a scuola potevo usare la macchina fotografica di mio padre. Per la cresima ho chiesto di averne una tutta per me e il mio padrino me l'ha regalata. E per te, cosa significa? Antonia: Fotografare è anche un modo per ritrovarsi all'aperto, a contatto con la natura. Sono una persona piuttosto visiva. Mi piace guardare foto, per diletto ma anche per imparare. Sono molto esigente nei confronti delle mie foto. C'è sempre modo di scattare una foto ancora migliore. Ma cambio spesso hobby. Vediamo quanto rimarrò fedele alla macrofotografia.

Frank Zehnder

Funzione presso SWITCH: procurement
Altri hobby: cucina, cinema
Fotografo/artista preferito: Andy Warhol e Helmut Newton
Motto nella fotografia: aspettati l’inaspettato

Antonia Lutz

Funzione presso SWITCH: technical writer
Altri hobby: web-design, canto, arte tessile
Fotografo/artista preferito: Julieanne Kost, Thomas Marent
Motto nella fotografia: ancora più vicino

Altri contributi