SWITCH si evolve

 

L’anno di esercizio 2021 è stato segnato da tanti rinnovamenti. Tom Kleiber ha assunto la direzione di SWITCH come nuovo amministratore e ha avviato il processo di trasformazione all’interno della fondazione. L’obiettivo è creare un ambiente che ci consenta di reagire in maniera ottimale alle esigenze sempre mutevoli dei clienti.

In data 1° gennaio 2021, Tom Kleiber ha rilevato la direzione di SWITCH. SWITCH è ripartita con nuovo slancio, mossa dal desiderio di plasmare il futuro digitale della Svizzera insieme ai membri delle community di formazione, ricerca e innovazione.

Ripensare e plasmare il futuro

Viviamo in un mondo che cambia a un ritmo e a una velocità mai visti prima. Diventa sempre più difficile prevedere gli sviluppi futuri. Per riuscire a soddisfare le mutevoli richieste della nostra clientela, dobbiamo continuare a crescere insieme. A partire dal 2022, condivideremo le esperienze fatte con il processo di trasformazione in atto all’interno di SWITCH attraverso contributi pubblicati regolarmente sul blog dedicato proprio a questa trasformazione.

Nell’ambito di questo cambiamento, SWITCH si allinea ancora di più alle esigenze dei clienti e alle richieste del mercato. A tal fine, abbiamo rinforzato ulteriormente la direzione inserendo anche nuovi settori d’attività come Community Management e Community Solutions. Ora anche i settori Sviluppo del personale e Finanze sono rappresentati nel comitato direttivo. Grazie a questo cambio di rotta, i nostri clienti potranno contare su un orientamento e un rapporto più professionale e più personale. 

Security

Nell’anno di esercizio 2021, le nostre community hanno beneficiato di sviluppi e miglioramenti significativi. Da un progetto di co-creazione con la community delle scuole universitarie è nato il blueprint per un Community Security Operation Center (C-SOC). Nel corso del 2022 lo affineremo ulteriormente e lo attueremo insieme a cinque clienti (iniziali). Siamo convinti che con questo sviluppo le scuole universitarie avranno a disposizione un altro elemento di servizio fondamentale per la cybersicurezza che potremo sostenere in maniera ottimale dal Centro di competenza per la cybersicurezza riconosciuto a livello nazionale e internazionale.

Con il progetto SCION per il Settore dei PF (SCI-ED) conclusosi con successo abbiamo dimostrato che la nuova architettura SCION sviluppata presso il PF di Zurigo funziona e può portare valore aggiunto anche in casi d’uso reali. Basandosi sul progetto, SWITCH ha elaborato un’offerta di servizio SCION che è a disposizione di tutte le scuole universitarie oltre al collegamento SWITCHlan. Dal momento che sempre più Internet Service Provider offrono servizi SCION, si riescono a realizzare anche più soluzioni indipendenti dal singolo ISP, in grado di sfruttare correttamente il potenziale di sicurezza di questa nuova architettura di internetworking.

Identità digitali

Nel 2021 è proseguita la migrazione delle scuole universitarie svizzere da SWITCHaai al login universalmente utilizzabile SWITCH edu-ID. Ne è la prova la crescita dei conti utente SWITCH edu-ID. Nell’anno in corso, il numero è quasi raddoppiato passando da 360 000 a oltre 630 000. 

Dopo che in primavera l’elettorato svizzero aveva respinto in maniera netta la proposta di un E-ID da fornitore privato, la Confederazione ha stabilito un obiettivo e un processo di partecipazione per una nuova soluzione. Siamo molto contenti che SWITCH possa partecipare ai lavori di configurazione per questo progetto così importante per la Svizzera e contribuire con la sua pluriennale e stimata esperienza nel settore delle identità digitali.

Open Research Data

Open Research Data è fondamentale per la formazione, la ricerca e l’innovazione. Anche nel 2021 SWITCH ha contribuito al collegamento sistematico delle infrastrutture ORD e dei servizi ORD già esistenti. Insieme a nuovi partner nella community delle scuole universitarie, abbiamo ampliato la Connectome Research Infrastructure. Lo scopo di questa infrastruttura è rendere più facilmente reperibili gli Open Data disponibili per un futuro utilizzo nell’ambito della ricerca interdisciplinare. Abbiamo continuato con i primi casi di applicazione. Inoltre, siamo diventati membri dell’European Open Science Cloud (EOSC) Association. 

Prospettive per il 2022

SWITCH accelererà il proprio processo di trasformazione e l’attuazione della propria strategia. In particolare, cureremo il continuo scambio e confronto con le nostre community, l’ulteriore professionalizzazione della gestione dei prodotti e un’immagine consona sul mercato. Ci impegneremo inoltre sempre di più per la ricerca e per costruire nuove partnership. Non ci focalizzeremo solo su infrastrutture di calcolo condivisibili. La comunità della ricerca potrà anche beneficiare sempre più di servizi che ne semplificheranno il lavoro quotidiano. 

Ma il motore di ogni cosa sono le nostre collaboratrici e i nostri collaboratori con le loro competenze e il loro impegno. Solo grazie a loro possiamo ricoprire un ruolo importante nel plasmare il nostro mondo digitale a vantaggio degli utenti. Cogliamo quindi l’occasione per ringraziarli di cuore per questo anno straordinario.

 

MicrosoftTeams-image                          Tom Unterschrift                          

Peter Kofmel                                                   Tom Kleiber
Presidente del Consiglio di fondazione             Managing Director